(troppo vecchio per rispondere)
procedura per la costituzione di un condominio
Marzullo Salvatore
2006-07-05 20:59:18 UTC
Salve a tutti,
avrei una cortesia da chiedervi: mi spiegate la procedure per la
costituzione di un condominio (verbale, regolamento, assegnazione del codice
fiscale)?
E mi dite quali sono i reali vantaggi nel costituire un condominio in un
fabbricato di 5 unità abitative?

Grazie mille
Salvatore
felix.
2006-07-06 04:03:25 UTC
Post by Marzullo Salvatore
Salve a tutti,
avrei una cortesia da chiedervi: mi spiegate la procedure per la
costituzione di un condominio (verbale, regolamento, assegnazione del codice
fiscale)?
E mi dite quali sono i reali vantaggi nel costituire un condominio in un
fabbricato di 5 unità abitative?
Quando e' nuovo nessuno, appena ci sara' da spendere un euro per manu-
tenzione te ne accorgerai da solo.
ciaofelix:-)
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Unoacaso
2006-07-06 06:04:01 UTC
Post by Marzullo Salvatore
avrei una cortesia da chiedervi: mi spiegate la procedure per la
costituzione di un condominio (verbale, regolamento, assegnazione del
codice fiscale)?
Suggerisco questo viatico:
1) Convocate un'assemblea per effettuare la nomina dell'amministratore
interno (con o senza compenso), od esterno (con compenso) - n.b.: se volete
un esterno, ovviamente, prima dell'assemblea dovete richiedere qualche
preventivo...;
2) Nel corso della stessa assemblea, dare mandato all'amministratore
neo-eletto di richiedere tre o più preventivi per la nomina di un tecnico
incaricato della redazione delle tabelle millesimali (i regolamenti, invece,
si trovano facilmente anche su internet, e sono velocemente adattabili alla
bisogna...);
3) L'Amministratore incaricato deve recarsi con copia del documento
d'identità e copia del verbale dell'assemblea di nomina presso l'agenzia
delle entrate di competenza, per esperire la formalità della richiesta del
rilascio del codice fiscale del condominio;
4) Comunicazioni alle ditte fornitrici del nome dell'amministratore e, se lo
avete scelto, del condominio, dei codici fiscali di entrambi;
5) buon lavoro...
Post by Marzullo Salvatore
E mi dite quali sono i reali vantaggi nel costituire un condominio in un
fabbricato di 5 unità abitative?
...non è che abbiate molta scelta, DOVETE costituirlo (art. 1129 I comma
cod. civ.)...
In ogni caso, diventerà meno complicato ripartire le spese comuni quando si
presenteranno, inoltre, con la presenza di un amministratore, rappresentante
il condominio, i rapporti dei terzi sono più chiari...
Post by Marzullo Salvatore
Grazie mille
Salvatore
saluti
Unoacaso

P.s.: sono gradite aggiunte, integrazioni e/o correzioni a quanto ho testé
dichiarato...
Marzullo Salvatore
2006-07-06 06:58:44 UTC
"Unoacaso" <***@excite.it> ha scritto nel
messaggio news:44aca7d3$0$5093$***@reader2.news.tin.it...

Grazie mille sei stato molto preciso nelle indicazioni ma ti faccio ancora
Post by Unoacaso
2) Nel corso della stessa assemblea, dare mandato all'amministratore
neo-eletto di richiedere tre o più preventivi per la nomina di un tecnico
incaricato della redazione delle tabelle millesimali
Sono necessarie le tabelle millesimali nell'immediato? Cioè, possiamo in
assemblea stabilire che, momentaneamente, si possono dividere le spese in
cinque parti uguali e successivamente, dare mandato ad un tecnico di
stabilire le tabelle millesimali?

Grazie per la tua disponibilità
Salvatore
Matteo
2006-07-06 07:52:24 UTC
Post by Marzullo Salvatore
Post by Unoacaso
2) Nel corso della stessa assemblea, dare mandato all'amministratore
neo-eletto di richiedere tre o più preventivi per la nomina di un
tecnico incaricato della redazione delle tabelle millesimali
Sono necessarie le tabelle millesimali nell'immediato? Cioè, possiamo
in assemblea stabilire che, momentaneamente, si possono dividere le
spese in cinque parti uguali e successivamente, dare mandato ad un
tecnico di stabilire le tabelle millesimali?
La tabella millesimale serve, prima di tutto, a verificare la regolare
costituzione dell'assemblea, nella quale dev'essere presente almeno un terzo
del valore dell'edificio, e almeno la metà in caso di nomina
dell'amministratore, ecc.
Se siete in grado di valutare ad occhio il valore complessivo presente, la
tabella non vi serve, perché potete decidere il modo di ripartire le spese
che vi sembra più equo, e considerare il codice civile per ciò che
effettivamente è: un suggerimento a quei privati che non riescono a mettersi
d'accordo.
In 5, salvo grosse inimicizie di principio, "costituire un condominio"
significa solo trovare una persona che firmi dove c'è da firmare, raccolga i
soldi, li spenda, e una volta l'anno presenti il conto e chieda che fare
dell'attivo di cassa. Se il figlio di uno che abita nel palazzo fa il quinto
anno di ragioneria ne sa già troppo, e con una mancetta ve la cavate. Se c'è
una brava massaia che fa regolarmente i conti della spesa, meglio. Un
pensionato può andare ancora bene. Uno che ritiene che il codice civile sia
una specie di sharia islamica è meglio sfuggirlo più che la peste (contro la
peste ci sono gli antibiotici, contro il fanatismo non è stato ancora
inventato niente).
Sebastiano Venabile
2006-07-06 12:11:00 UTC
Post by Marzullo Salvatore
avrei una cortesia da chiedervi: mi spiegate la procedure per la
costituzione di un condominio (verbale, regolamento, assegnazione del codice
fiscale)?
E mi dite quali sono i reali vantaggi nel costituire un condominio in un
fabbricato di 5 unita` abitative?
il numero delle unita` non rileva

rileva il numero dei condomini

se i condomini esistono (cioe` sono due o piu`)
automaticamente esiste anche il condominio, senza
necessita` di nessun passo formale

se il numero dei condomini sono superiori a quattro
l'amministratore e` obbligatorio, con quel che segue

un vantaggio, enorme, e` quello di rispettare la Legge

un saluto da

Sebastiano Venabile
Matteo
2006-07-06 11:35:39 UTC
Post by Sebastiano Venabile
un vantaggio, enorme, e` quello di rispettare la Legge
Non lo fa nessuno, in nessun campo, in Italia.
E tu trovi che sia un vantaggio enorme rispettare una norma che è priva di
sanzione?
Sebastiano Venabile
2006-07-06 15:32:54 UTC
Post by Matteo
Post by Sebastiano Venabile
un vantaggio, enorme, e` quello di rispettare la Legge
Non lo fa nessuno, in nessun campo, in Italia.
E tu trovi che sia un vantaggio enorme rispettare una norma che e` priva di
sanzione?
trovo un vantaggio enorme proprio per quello che dici
all'inizio: occorre che la Legge sia rispettata

quanto al merito:

non c'e` una sanzione vera e propria, ma ce n'e`
una indiretta: qualsiasi condomino, per quanto
piccola sia la sua quota, puo` chiedere al
Tribunale di nominare un amministratore

oltre alle spese legali, l'amministratore cosi`
nominato non ci andra` certo tenero con la parcella

forse con una sanzione avrebbero risparmiato

un saluto da

Sebastiano Venabile
Matteo
2006-07-06 14:53:25 UTC
Post by Sebastiano Venabile
Post by Matteo
Post by Sebastiano Venabile
un vantaggio, enorme, e` quello di rispettare la Legge
Non lo fa nessuno, in nessun campo, in Italia.
E tu trovi che sia un vantaggio enorme rispettare una norma che e`
priva di sanzione?
trovo un vantaggio enorme proprio per quello che dici
all'inizio: occorre che la Legge sia rispettata
Le norme inderogabili sì. Quelle derogabili, e per giunta vecchie, possono
tranquillamente essere sostituite da norme pattizie.
Chi vuole l'amministratore convoca l'assemblea e si fa nominnare
amministratore. Solo se l'assemblea non provvede va, a sue esclusive spese
(è volontaria giurisdizione), dal giudice e chiede la nomina.
Qui entriamo nel campo dell'inderogabilità, ed è una norma rispettata.
Sebastiano Venabile
2006-07-06 16:16:49 UTC
Post by Sebastiano Venabile
Post by Matteo
E tu trovi che sia un vantaggio enorme rispettare una norma che e`
priva di sanzione?
trovo un vantaggio enorme proprio per quello che dici
all'inizio: occorre che la Legge sia rispettata
Le norme inderogabili si`. Quelle derogabili, e per giunta vecchie, possono
tranquillamente essere sostituite da norme pattizie.
le Leggi vecchie, finche` ci sono, valgono come le altre

quanto alle norme pattizie non credo sia questo il caso,
la nomina dell'amministratore non e` pattizia, anche il
condomino con un'infima quota puo` chiderne la nomina

se l'unanimita` concorda con l'omissione della nomina
e ovvio che nessuno andra` in Tribunale, per il semplice
motivo che non c'e` nessuno al di fuori dell'unanimita`

conoscendo la litigiosita` dei condomini, quanto pensi
che permanga questa unanimita` ?
Chi vuole l'amministratore convoca l'assemblea e si fa nominnare
amministratore. Solo se l'assemblea non provvede va, a sue esclusive spese
(e` volontaria giurisdizione), dal giudice e chiede la nomina.
Qui entriamo nel campo dell'inderogabilita`, ed e` una norma rispettata.
ah! ma allora alla fine siamo d'accordo

un saluto da

Sebastiano Venabile